Il Linfoma

Rev. agosto 2013

 

Il linfoma, alcune volte chiamato linfosarcoma, è uno dei due tipi di cancro ereditari negli Australian Shepherd (l’altro è l’emangiosarcoma). Il linfoma è un cancro dei globuli bianchi del sangue. Compare più frequentemente nei linfonodi, nella milza o nel midollo osseo (o sostanza dentro l’osso). Può anche manifestarsi nel sistema gastrico, nella pelle o nella ghiandola del timo. Il sintomo più comune è un linfonodo ingrossato sotto la mascella o all’altezza del ginocchio. I cani affetti sono spesso letargici, anoressici, perdono peso o presentano gonfiore alle gambe o in faccia. Occasionalmente possono bere e urinare frequentemente o avere difficoltà respiratorie, tessuti irritati in bocca o nella pelle, vomito o una diarrea estremamente liquida e scura di odore molto forte.

La prognosi varia e dipende spesso dalla forma del linfoma che il cane ha. Alcune forme rispondono meglio ai trattamenti di chemioterapie, anche se alcuni cani ripresentano il problema dopo un periodo di remissione. Con ulteriore chemioterapia, una seconda remissione è possibile, anche se con una durata inferiore alla prima. Molti cani muoiono alla fine per il linfoma.

I parenti prossimi di cani affetti (genitori, fratelli e sorelle, cuccioli) devono essere riprodotti solo con soggetti con assenza di diagnosi di linfoma nel pedigree o almeno con una incidenza bassissima e non in cani con parentela stretta. Qualunque cane che ha avuto un qualunque linfoma, anche se in remissione, non dovrebbe essere riprodotto. Se è stato congelato seme di un cane morto di linfoma, il seme non dovrebbe essere usato.

Tradotto a cura di: Marula Furlan