Mielopatia degenerativa

rev. Marzo 2014

La mielopatia degenerativa, talvolta chiamata radiculomielopatia degenerativa cronica, è una malattia autoimmune che si manifesta in tarda età e attacca la mielina, l’ “isolamento” dei nervi. I cani con DM possono mostrare progressiva debolezza e mancanza di coordinazione negli arti posteriori che portano alla fine alla paralisi. L’eutanasia è necessaria una volta che la malattia inizia ad avere un impatto sulla respirazione.

La DM tende a essere sotto diagnosticata nei cani, quindi escludere altre possibili cause dei suoi sintomi è importante. La diagnosi può essere confermata con un test del DNA che rileva un gene del fattore di rischio. I cani affetti avranno due copie (non tutti i cani che hanno due copie sviluppano la malattia). Non esiste un trattamento efficace; l’assistenza a lungo termine è palliativa.

La DM è un tipo di malattia autoimmune. Le malattie autoimmuni sono geneticamente predisposte; se un cane ha la malattia, ha i geni ma il test della DM consente agli allevatori di identificare un importante fattore di rischio per questa particolare malattia. Per quanto ne sappiamo a questo punto, mentre ogni cane con due copie del gene DM sviluppa l’evidenza spinale di DM, non tutti si ammalano. Fortunatamente per gli australiani lo fanno solo occasionalmente, indicando che ci sono altri fattori genetici che li aiutano a proteggerli da questa malattia. Avere la mutazione dovrebbe essere considerato un difetto, con due copie che sono un difetto maggiore rispetto ad una copia. I cani che hanno questa mutazione dovrebbero essere allevati solo con compagni testati esenti. Poiché diverse malattie autoimmuni si verificano frequentemente nella stessa famiglia, sarebbe anche saggio evitare partner con una storia familiare recente di qualsiasi tipo di malattia autoimmune.

Trad. Valeria Rapezzi