Lesioni del legamento crociato posteriore (LCP)

Agosto 2013

 

Le lesioni del crociato posteriore (LCP) sono uno dei problemi più comuni a carico della rotula nella maggior parte dei cani e in molti Australian Shepherd. Il legamento crociato stabilizza l’articolazione della rotula mantenendo il femore (l’osso della coscia) e la tibia (l’osso sotto la rotula) nella loro sede corretta. Le lesioni, nella maggior parte dei casi, avvengono a causa dell’asottigliamento dei legamenti. I fattori che concorrono a questo evento sono molteplici e tra essi probabilmente possiamo includere un certo grado di ereditarietà. I cani che ne sono affetti esibiscono zoppia all’arto colpito ed andatura instabile. La rottura del legamento crociato posteriore può essere estremamente dolorosa e necessita di terapia. In un cane della taglia di un Aussie, è necessario intervenire chirurgicamente per stabilizzare l’articolazione. Se per qualche ragione non è possibile intervenire, un tutore potrebbe essere d’aiuto. Si tratta di una lesione che pone fine alla carriera di un cane sportivo o da lavoro.

 Qualora si siano verificati molti casi di lesione in un gruppo di cani collegati tra loro da legami di parentela, i soggetti che ne sono stati colpiti non dovrebbero riprodurre. I parenti di primo grado (genitori, prole, fratelli e fratellastri) dovrebbe essere riprodotti esclusivamente con soggetti che non hanno avuto una storia recente di LCP.

 Tradotto a cura di: Oriana Zago